La terza edizione di Sabato al Museo prevede l’apertura straordinaria dei musei della Città Universitaria, l’inaugurazione di numerose mostre e attività dimostrative di laboratori ludico-didattici. Dal 3 al 26 maggio 2018 la Città Universitaria si trasformerà in uno spazio aperto a giovani di tutte le età, dove poter conoscere, sperimentare e comprendere nel segno della cultura, della scienza e del divertimento.

GIOVEDI’ 3 MAGGIO
Museo dell’Arte classica, ore 11:00
Presentazione alla stampa e al pubblico della manifestazione “MAGGIO MUSEALE – SABATO ALLA SAPIENZA”, con inaugurazione della mostra “FISICArmonica”, che avrà termine il 21 giugno 2018 in occasione della manifestazione internazionale “Festa della musica”. Sono previste aperture straordinarie dei musei, visite guidate e concerto.

SABATO 5 MAGGIO 
Museo dell’Arte classica, Odeion, ore 10:30
Inaugurazione del “MAGGIO MUSEALE – SABATO ALLA SAPIENZA” edizione 2018 con un’installazione di un artista contemporaneo nella fontana della Minerva. Sono previste aperture straordinarie dei musei, visite guidate, attività dimostrative di laboratori ludico-didattici.
Conferenze, nell’ambito del ciclo “Educare alle mostre educare alla città” promosso dall’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, sul tema “La scienza e i musei della Sapienza: le storie”:
Giorgio Manzi – I Neanderthal a Roma e nel Lazio
Giovanni Organtini – La fisica di via Panisperna
Museo di Chimica, ore 11:00
Laboratori ludico-didattici e “Festa del Colore“.

VENERDI’ 11 MAGGIO
Edificio di Botanica, Aula Marini-Bettolo, ore 9:30
Convegno ANMS di Primavera “Musei e partecipazione: dalle politiche nazionali alle azioni sul territorio”. L’incontro è concepito come momento di riflessione e dialogo tra professionisti di grandi e piccoli musei e tra questi ed esponenti del mondo del patrimonio, della pianificazione territoriale, della creatività pubblicitaria e della scuola/formazione su un tema di frontiera della museologia contemporanea: quello della partecipazione e delle nuove relazioni tra e con le comunità di riferimento e i territori. Evento a cura del Polo museale Sapienza, RESINA-Sistema museale naturalistico del Lazio e ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici).

SABATO 12 MAGGIO
Piazzale della Minerva, ore 11:00
Il Magnifico Rettore inaugura l’istallazione artistica “Fata Morgana / La fonte sospesa” di Alberto Timossi nella fontana antistante la statua di Athena (opera di Arturo Martini del 1935). Il valore simbolico della fontana, che rappresenta il desiderio di conoscenza, coincide qui con la necessità di studio e di indagine dei fenomeni che indicano il cambiamento.
Museo Orto Botanico (L.go Cristina di Svezia 24), con prosecuzione domenica 13
Attività ed eventi, fra cui: lezioni di tecniche bonsai a cura dell’Associazione Culturale Roma Bonsai; concerto corale dedicato al canto degli uccelli del Gruppo Vocale Ottava Rima; laboratori ludico-didattici “Alla scoperta dei tesori dell’Orto Botanico”; visite guidate per adulti e bambini alle collezioni e al roseto ; dimostrazioni di tecniche di coltivazione; evento “Poesia fra gli alberi”, a cura di Silvia Stucki e Terry Olivi. Quest’ultimo evento riguarda l’incontro tra un botanico e un poeta, con colloqui e una passeggiata per stimolare l’attenzione e il rispetto del pubblico per la natura e la conservazione.
Museo di Storia della Medicina, dalle ore 16:00
In preparazione alla mostra “Storie di vita. Gli antichi Romani raccontati dalla scienza”, in programma a partire dalla Notte dei Musei del 19 maggio, verranno proposte alcune ricostruzioni viventi, ideate e scritte da Giorgio Franchetti e realizzate dai soci dell’Associazione Culturale SPQR di Roma. Sono previste aperture straordinarie dei musei, visite guidate, attività dimostrative di laboratori ludico-didattici. 

SABATO 19 MAGGIO
Museo delle Origini, ore 18:30
Inaugurazione della mostra “Suoni perduti? La ricostruzione di uno strumento a corde dell’età del Rame”. L’esposizione ha come oggetto un vaso dell’Età del Rame dalla necropoli di Torre della Chiesaccia (Roma), interpretato come strumento musicale ed il percorso sperimentale che ha condotto a questa proposta scientifica. Il reperto è concesso in prestito al museo dalla Soprintendenza SABAP per l’Area Metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale.
Performance sonore a cura di Alessio Pellegrini.
Museo dell’Arte classica, ore 19:00
Inaugurazione mostra “Icone 2.0”, dalle antiche immagini sacre realizzate su legno o metallo si è giunti alle moderne icone “pop”, raffiguranti personaggi famosi del mondo dello spettacolo che ben esemplificano i valori della nostra società. Sono previste aperture straordinarie dei musei, visite guidate, attività dimostrative di laboratori ludico-didattici. 

SABATO 19 MAGGIO – NOTTE DEI MUSEI
Apertura 20:00 – 24:00
MUSEI APERTI, VISITE GUIDATE ed EVENTI: Anatomia Comparata, Antichità Etrusche e Italiche, Antropologia, Arte classica, Chimica, Origini, Storia della Medicina, Vicino Oriente Egitto e Mediterraneo.
Museo di Scienze della Terra, sala Atrium, ore 20:00
Inaugurazione della nuova sala polifunzionale per esposizioni temporanee (Atrium) del Museo di Scienze della Terra.
Museo di Anatomia Compara (Via Borelli 50), dalle 20:30
Laboratori-didattici “Vertebrati al microscopio”; visite guidate.
Museo di Storia della Medicina, ore 21:00
Inaugurazione della mostra “Storie di vita. Gli antichi Romani raccontati dalla scienza”. La mostra si propone di illustrare le condizioni di vita, di salute e di lavoro a Roma in età imperiale e tardo antica, con incursioni nell’Alto Medioevo. Un’accurata selezione di materiali antropologici, studiati attraverso le più aggiornate tecniche morfologiche, paleopatologiche, paleonutrizionali e molecolari, racconta singole storie di vita, sulla base delle fonti archeologiche e storiche. Viene ridata voce a donne maltrattate, madri e figli, lavoratori, guerrieri, anziani e malati che, attraverso i segni del corpo, raccontano condizioni di vita, lavoro, alimentazione, provenienza, condizioni igieniche, usi e costumi, rapporti parentali, traumi e malattie che ne hanno caratterizzato le vite. Ricostruzioni dialogate in greco antico e latino di interventi chirurgici e di scene di vita quotidiana. La mostra espone i risultati parziali del progetto PRIN 2015 “Diseases, health and lifestyles in Rome: from the Empire to the Early Middle Age“.
Verranno inoltre proposte le ricostruzioni viventi ideate e scritte da Giorgio Franchetti e realizzate dai soci dell’Associazione Culturale SPQR di Roma (su richiesta gli eventi possono essere presentati anche in lingua inglese, francese e spagnola), dal titolo:
A tavola con gli antichi Romani. Nel cortile interno del Museo di Storia della Medicina verrà allestito il bancone ricostruito di un thermopolium, ovvero un locale pubblico dove nell’antica Roma si potevano consumare cibo di varia qualità, caldo e freddo, e vino di vario genere. Il pubblico potrà assaggiare vere pietanze ricostruite secondo gli scritti di Catone, Varrone, Apicio e Columella.
Viaggio nella medicina dei romani. L’evento propone la ricostruzione vivente di alcuni momenti della vita del medico greco Eutyches; tra questi il soccorso presso la propria abitazione, com’era uso fare, di un ferito che presenta una grave lesione ossea agli arti inferiori.
Museo di Antropologia, dalle 21:30
Laboratori e conversazioni sul tema: “Incontra l’antenato: crani fossili e alberi filogenetici alla ricerca della nostra storia naturale”; visite guidate alle esposizioni “La nostra storia: un profilo dell’evoluzione umana” e “Dall’antropologo all’antropologia: il percorso dell’antropologia (fisica) alla Sapienza.
Museo delle Origini, ore 22:00
Incontro con l’autore Schili in concomitanza con la mostra “Tracce nella memoria – animali simboli”.
Performance sonore a cura di Alessio Pellegrini.

SABATO 26 MAGGIO
Museo di Arte e Giacimenti Minerari, Sala Seminari, Sede di Latina, Ore 10:00
In occasione della “X Giornata Nazionale delle Miniere” il Museo di Arte e Giacimenti Minerari organizza l’evento dal titolo “MINIERE – CITTA’ – RIGENERAZIONE“. Il recupero e la rigenerazione, due parole oggi molto in uso nel dibattito sul presente e futuro degli spazi (urbani e non), sono concetti che riguardano anche le materie prime e l’ambiente. È questo il filo conduttore dell’evento in programma. Durante la manifestazione sarà inaugurata la mostra fotografica permanente “Wasteland – Viaggio tra i paesaggi minerari” di Jacopo Ibello, presidente dell’Associazione “Save Industrial Heritage“, curata da Isabèl Gollin, che sarà collocata presso il Museo di Arte e Giacimenti Minerari. Seguirà un intervento della Prof.ssa Silvia Serranti, direttore del Museo di Arte e Giacimenti Minerari, dal titolo “Urban mining: la città miniera del futuro“, in cui s’illustrerà come il recupero delle materie prime, ad esempio i metalli rari e preziosi, dagli scarti prodotti nelle aree urbane rappresenti l’alternativa sostenibile allo sfruttamento delle risorse non rinnovabili, quali quelle minerarie. Sarà presentato inoltre il progetto del nuovo Museo “LUOM – Latina Urban and Ore Mining Exhibition“, sviluppato dagli studenti del Corso di Atelier IV tenuto dal Prof. Tommaso Empler nell’ambito del Corso di Laurea in Disegno Industriale della Facoltà di Architettura, da realizzare presso la sede di Latina della Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale. In chiusura si terrà un dibattito sul tema della Rigenerazione del paesaggio e della città, che vedrà la partecipazione delle Associazioni Save Industrial Heritage e Imago Urbis Latina, con testimonianze di studi ed esperienze.
Museo Orto Botanico (L.go Cristina di Svezia 24), con prosecuzione domenica 27
In collaborazione con l’Associazione GART – GardenArt, riflessioni, laboratori, rassegna internazionale d’arte “Terra / Materiaprima“, installazioni e performance che dalla apnea biologica del seme sotto terra (respiro, corpo) condivide e veicola una visione creativa e consapevolezza. Visite guidate e attività didattiche per adulti e bambini.
Museo delle Antichità Etrusche e Italiche, Sala delle sculture, ore 17:30
Nell’ambito della manifestazione “Minerva alla Sapienza. Discorrendo di antichità etrusche e italiche”, si terrà l’inaugurazione della mostra “Minerva alla Sapienza. Tra Lavinio e Veio”. In occasione dell’acquisizione da parte del Museo delle Antichità Etrusche e Italiche della copia in terracotta della statua della Minerva Tritonia di Lavinium, l’esposizione ha l’obiettivo di evocare il ruolo di Minerva nell’Ateneo romano della quale è il simbolo e di richiamare l’attenzione sui contatti tra Lavinio e Veio (“Grandi Scavi” della Sapienza), testimoniati dal culto comune della dea e di Enea come eroe fondatore. Sono previste aperture straordinarie dei musei, visite guidate, attività dimostrative di laboratori ludico-didattici. 

MERCOLEDI  30 MAGGIO
Museo di Storia della Medicina, ore 16:30
Appuntamento della serie “Alla scoperta delle eccellenze Sapienza” visita al Museo di Storia della Medicina. Iniziativa organizzata dalla Fondazione Roma Sapienza e dal Polo museale Sapienza con lo scopo di valorizzare e promuovere l’importante patrimonio della Sapienza. Per l’occasione, verranno presentati due nuovi exhibit all’interno del museo, relativi alla sezione di medicina egizia e di neuroscienze. Interverranno, il direttore Gilberto Corbellini, Paola Cosmacini e Guido Guglielmi.
Visite guidate all’esposizione “Storie di vita. Gli antichi Romani raccontati dalla scienza”, con la presenza dei curatori (Paola Catalano, Valentina Gazzaniga e Giorgio Manzi).

Ingresso libero con prenotazione consigliata per gli eventi al sito https://web.uniroma1.it/polomuseale/

INFOpoint tel. 06 4991 0164
dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00 Tel. uffici: 06 4969 4318 – 06 4969 4315
polomusealesapienza@uniroma1.it
Facebook: Musei Sapienza
Twitter: @museiSapienza

A cura del Polo Museale Sapienza 

Organizzatore

SAPIENZA Università di Roma